Aeroporto di Taranto Grottaglie basta con le prese in giro


riceviamo e pubblichiamo
COMUNICATO STAMPA
Berlusconi atterra nell’aeroporto di Taranto Grottaglie. Il “Movimento di associazioni e cittadini per l’aeroporto” comprende ma non giustifica lo stupore di tanti concittadini sui social, frutto di messaggi sbagliati provenienti da anni dagli organismi regionali. Non è il primo vip e non sarà l’ultimo ad usare questa pista. I cittadini tarantini, invece, per volontà politica della Regione Puglia, restano a terra! Ennesima dimostrazione che lo scalo jonico è perfettamente funzionante e i ripetuti comunicati stampa da parte di vari soggetti istituzionali, in merito ai lavori da eseguire, servono solo a perder tempo. Una “pezza a colori”, come si usa dire dalle nostre parti. Non sarà certo l’allargamento, previsto da un paio d’anni ma non ancora effettuato, di una bretella e di un piazzale interni al sedime aeroportuale, quello che impedisce di attivare i voli passeggeri.

L’aeroporto di Taranto è e resta CERTIFICATO e perfettamente in grado di cominciare a funzionare come TUTTI gli aeroporti del mondo. E per questo preciso motivo fu affidato da Enac ad Aeroporti di Puglia (ossia alla Regione, anomalia solo pugliese un organo politico che gestisce ben 4 scali; e la libera concorrenza?). Altro che “piattaforma industriale” come dichiarò l’ex a.u. di AdP, Acierno, nel 2015. Un aeroporto lottizzato come una qualsiasi area industriale e assegnato al migliore offerente, dove compagnie estere si esercitano su nuovi modelli di aerei e si fanno scuole di pilotaggio per droni (gli abitanti intorno sono tranquilli?). Oppure serve a motivare la richiesta di lauti finanziamenti per voli aerospaziali? Così hanno ridotto il nostro aeroporto, un eccezionale volano di sviluppo se utilizzato come si deve.
È finito il tempo delle chiacchiere. È ora di smettere di prendere in giro le persone. Meglio che tacciano!

Movimento Associazioni e Cittadini pro Aeroporto di Taranto Grottaglie

Close Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ uno = 8